Fiper Home Page
Notizie dalla Federazione Produttori di Energia da fonti rinnovabili
 
31 ottobre 2004 COSTITUITA L'ASSOCIAZIONE ITALIANA PRODUTTORI E TRASFORMATORI BIOMASSA
  C'è un'altra importante realtà associativa nel panorama delle fonti rinnovabili e della produzione di energia, si tratta della Associazione Italiana Produttori e Trasformatori di Biomassa costituita a fine ottobre per iniziativa di se Soci Fondatori che sono: l'Associazione Produttori Biomassa Lombardia, l'Associazione Produttori Biomassa Piemonte, l'Associazione Produttori Biomassa Veneto, l'Associazione Pioppicoltori Italiani, la Federazione Italiana Produttori Energia da Fonti Rinnovabili, la Federlegno. 
Il Consiglio Direttivo è così composto: Presidente SILVANO GUIDI (Associazione Produttori Biomassa Lombardia); Vicepresidente WALTER RIGHINI(Federazione Italiana Produttori Energia da Fonti Rinnovabili); Consigliere SERGIO VIDALE (Associazione Produttori Biomassa Veneto); Consigliere GABRIELE SGUAZZINI (Associazione Produttori Biomassa Piemonte); Consigliere FEDERICO RADICE FOSSATI (Associazione Pioppicoltori Italiani); Consigliere GIUSEPPE BINI (Federlegno). 

Sono stati inoltre costituiyi un Comitato Tecnico ed un Comitato Scientifico che inizieranno ad operare nelle prossime settimane. Di seguito ecco lo statuto della nuova associazione

STATUTO ASSOCIAZIONE ITALIANA PRODUTTORI E TRASFORMATORI BIOMASSA 
Art. 1  - Denominazione 
1.1. E’ costituita l'associazione denominata "ASSOCIAZIONE ITALIANA PRODUTTORI E TRASFORMATORI BIOMASSA" 
Art. 2 - Sede 
2.1. L'associazione ha sede in Milano, Via Moscova 15 
2.2. Il Consiglio Direttivo ha facoltà di istituire e sopprimere sedi secondarie, filiali, agenzie, uffici amministrativi e centri operativi in tutto il territorio nazionale. 
Art. 3 - Scopi 
3.1. L'associazione non ha scopo di lucro e, nel rispetto della disciplina vigente in materia, si propone i seguenti scopi: 
  • promuovere e diffondere la coltivazione e la trasformazione delle biomasse con particolare riferimento a quelle legnose da destinarsi alla produzione di pannello o altra in campo industriale ad energia sostenibile;
  • promuovere la tutela dell’ambiente naturale, soprattutto attraverso la produzione e la trasformazione sostenibile delle biomasse, per la mitigazione dell’"effetto serra" e dei relativi cambiamenti climatici, attraverso la sostituzione dei combustibili fossili con le biomasse a bassa emissione netta nell’atmosfera di anidride carbonica;
  • promuovere pratiche colturali e tecniche di produzione e trasformazione rispettose dell’ambiente allo scopo di migliorare la qualità delle produzioni, di tutelare la qualità delle acque, dei suoli e del paesaggio e favorire la biodiversità;
  • collaborare a vario titolo con enti pubblici e privati per la ricerca, la sperimentazione e la promozione sulle biomasse, in particolare su quelle legnose;
  • operare in campo agricolo e rurale per incentivare la diversificazione produttiva ed economica a favore dello sviluppo della coltivazione delle biomasse, in particolare di quelle legnose a ciclo breve, nonchè promuovere ed incentivare attività di recupero di biomassa vegetale di produzione agricola, forestale e agroindustriale, attualmente non utilizzata, per produzione di pannelli o altra in campo industriale ed energia sostenibile;
  • incentivare nuove prospettive di redditività aziendale attraverso lo sviluppo di iniziative verticali ed orizzontali nel settore
  • agricoltura-legno-industria di trasformazione;
  • incentivare la sperimentazione e lo sviluppo di nuove tecnologie nell’ambito delle colture a rapido accrescimento per la produzione e la trasformazione di biomassa, in particolare di quella legnosa; 
  • promuovere forme innovative di coltivazione, raccolta, commercializzazione e trasformazione delle biomasse, in particolare legnose, anche attraverso la realizzazione di nuove tecnologie nell’ambito della meccanizzazione agro-forestale ed industriale;
  • promuovere forme di gestione in concessione degli impianti arborei o di superfici da destinare a coltivazione di biomassa, in particolare di quella legnosa e conseguentemente da destinare alla sua trasformazione in pannelli o altra in campo industriale ad energia sostenibile;
  • usufruire della collaborazione di riviste periodiche specializzate e di settore, nonchè di un proprio periodico, per la diffusione degli scopi sociali; 
  • promuovere e valorizzare a vario titolo le produzioni degli organismi aderenti, di biomasse in genere e legnose in particolare;
  • organizzare fiere, manifestazioni, convegni e quanto altro possa servire agli scopi dell'associazione;
  • organizzare corsi di formazione professionale negli ambiti sopra previsti;
  • organizzare un sistema di raccolta di informazioni inerenti alle biomasse, in particolare a quelle legnose, per effettuare divulgazione ed assistenza tecnica, ecomomica, giuridica e commerciale a chiunque interessato,onde poter qualificare l’associazione come referente in detto campo; 
  • incentivare forme di contribuzione da parte di enti pubblici e privati a favore dei produttori e dei trasformatori di biomasse, in particolare legnose;
  • migliorare la conoscenza e la trasparenza della produzione, della trasformazione e del mercato; contribuire ad un migliore coordinamento dell’immissione sul mercato; elaborare contratti tipo compatibili con la normativa comunitaria; accrescere la valorizzazione dei prodotti;
  • sviluppare la programmazione della produzione e traformazione di biomassa, in particolare legnosa, con adeguamento delle stesse alla domanda, sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo; favorire lo sviluppo e la partecipazione agli accordi interprofessionali e di filiera;
  • tutelare e rappresentare le organizzazioni aderenti, indirizzando e coordinando le loro attività con progetti di interesse comune allo scopo di rendere più funzionale la loro attività; svolgere azioni di supporto alle attività commerciali delle organizzazioni aderenti, anche mediante la creazione di società di servizi; effettuare, su delega dell’Amministrazione pubblica, compiti connessi all’esecuzione di adempimenti normativi; 
  • raggiungere i requisiti necessari ad ottenere il riconoscimento di organismo interprofessionale da parte del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali;
  • adottare, per conto delle organizzazioni aderenti, processi di tracciabilità e rintracciabilità; sviluppare sistemi di supporto informatico; istituire un marchio identificativo della produzione e trasformazione nazionale di biomasse, in particolare di quelle legnose; promuovere la certificazione delle produzioni e trasformazioni di biomassa, in particolare di quella legnosa; 
  • dare sviluppo ad ogni altra attività, iniziativa od intervento finalizzati al raggiungimento degli scopi e/o attività di cui sopra.
Sede operativa Tirano (Sondrio), via Polveriera 50 - tel. 0342.706278 fax 0342.711973 - e-mail