Skip to content

Fiper è tra le 110 realtà italiane che hanno sottoscritto il Manifesto Uscire dalla pandemia con un nuovo Green Deal per l’Italia

Walter Righini, che ha firmato per la Federazione, commenta così l’adesione della Federazione al Manifesto:

“L’esperienza COVID 19, che stiamo tuttora vivendo, rappresenta uno spartiacque storico tra un prima e un dopo. Per questo ci induce a fare un bilancio personale e collettivo, a definire ciò che continua e cosa cambia tra il “prima” e il “dopo”. Cosa deve cambiare.

Oggi dobbiamo tutti domandarci qual’è la nuova Italia, la nuova Europa, il nuovo Mondo che vogliamo. Più che fase 2 della ripresa, la definirei fase della “ricostruzione”. Ricostruire su quali fondamenta? E verso quale modello di sviluppo?

Appare ormai evidente che cambiamento climatico, lotta all’inquinamento, sviluppo economico e salute pubblica necessitino di un’unica visione di medio lungo periodo.

Visione che è alla base del Manifesto lanciato dagli Stati generali della green economy, a cui FIPER ha aderito, confidando che sia uno strumento utile di supporto per i decisori a livello nazionale impegnati nel definire le priorità di intervento per l’allocazione delle risorse del recovery fund”

Il Manifesto è alla base del documento programmatico che sarà presentato nel corso di Ecomondo dagli Stati Generali della Green Economy al Governo e ai Parlamentari di maggioranza e di opposizione, nonché ad esponenti delle Istituzioni europee.
La raccolta di adesioni proseguirà sul sito www.greendealitalia.it

Condividi