Skip to content

La tutela dell’ambiente e della biodiversità è stata introdotta in Costituzione

Da oggi la tutela dell’ambiente, della biodiversità e degli ecosistemi entrano tra i valori fondanti nella Costituzione della Repubblica Italiana.

La Camera ha definitivamente approvato la proposta di legge costituzionale che modifica due articoli della Carta, il 9 e il 41.

Articolo 9: «La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione. TUTELA L’AMBIENTE, LA BIODIVERSITÀ E GLI ECOSISTEMI, ANCHE NELL’INTERESSE DELLE FUTURE GENERAZIONI. LA LEGGE DELLO STATO DISCIPLINA I MODI E LE FORME DI TUTELA DEGLI ANIMALI»

Articolo 41: « L’iniziativa economica privata è libera. Non può svolgersi in contrasto con l’utilità sociale o in modo da recare danno alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana, ALLA SALUTE, ALL’AMBIENTE. La legge determina i programmi e i controlli opportuni perché l’attività economica pubblica e privata possa essere indirizzata e coordinata a fini sociali E AMBIENTALI».

Siamo sulla strada giusta! Un grande passo in avanti per il Paese “Giardino D’Europa”.

L’approfondimento nel dossier del Servizio Studi: https://temi.camera.it/leg18/dossier/OCD18-15474/modifiche-agli-articoli-9-e-41-della-costituzione-materia-tutela-ambiente.html

Condividi